Clicca un logo

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Linea Benessere

Non mancare!


Newsletter

Il legame tra Infertilità e Malnutrizione: la dieta è alla base di tutto?

Lo sviluppo demografico incontrollato è un problema ciclico: il passato cosa ci insegna?

Oggigiorno siamo 7 miliardi di persone sul pianeta terra, e l’ONU stima che cresceremo fino a 12 miliardi di persone entro il 2050. L’Unione Europea ha finanziato una ricerca che ha ben chiarito l’imminente necessità di riprogrammare i nostri stili di vita per affrontare questo sviluppo demografico incredibile. Thomas Malthus, già nel 1798, diede vita ad una vera e propria legge sulla crescita delle popolazioni, affermando che questa crescita tende sempre a superare la crescita delle risorse alimentari disponibili. Questo causerà sempre, quindi, situazioni d’insufficienza di beni che, di conseguenza, porteranno sempre al crollo. Non essendoci i problemi odierni di infertilità, la soluzione di Malthus agli aspetti negativi dello sviluppo demografico (quali carestie, guerre ed epidemie), risiede nel controllo delle nascite stesse arrivando ad introdurre persino la pratica del nubilato e celibato, oltre all’innalzamento dell’età matrimoniale. Questo accadeva tra l’800 ed il 900, prima della prima e seconda guerra mondiale.

Il controllo delle nascite è davvero la soluzione ideale per lo sviluppo demografico di oggi?

Diciamo che oggigiorno avviene un fenomeno che effettivamente risulta essere una sorta di controllo delle nascite, ma è diverso dal caso di Malthus e certamente non voluto. Dall’ultimo rapporto ISTAT si possono notare diversi fattori importanti: negli ultimi 20 anni sono incrementati del 70% gli aborti spontanei; negli ultimi 10 anni sono aumentati i divorzi del 74%; mentre negli ultimi 30 anni si è verificato un notevole innalzamento dell’età media delle donne che partoriscono il primo figlio, in particolare in Italia e Irlanda l’età è di 31 anni. A questo si aggiunge una sempre più diffusa riduzione di fertilità nelle nuove generazioni, arrivando a livelli allarmanti in cui è presente meno fertilità negli adolescenti rispetto ai quarantenni. Un giovane su 3 è ipofertile, ovverosia non ha abbastanza spermatozoi, e questo dato è spesso associato a livelli ridotti di testosterone, causa di disfunzione erettile e promotore di infertilità. Diciamo che allo sviluppo demografico si sta sovrapponendo una sorta di controllo delle nascite “naturale” non prettamente voluto, ma sarà un bene o un male?

dieta genetica del dna con il nutrizionista

Una dieta grassa può davvero portare all’infertilità maschile?

È importante ricordare che il grasso in eccesso è un fattore fondamentale nell’incremento dell’aromatasi, enzima che trasforma il testosterone (ormone sessuale maschile) in estrogeni (ormoni sessuali femminili). Questo eccesso di estrogeni negli uomini causa l’inibizione della normale genesi degli spermatozoi e, dal punto di vista estetico, lo sviluppo di caratteristiche fisiche prettamente femminili, quali l’accumulo di grasso nel petto (crescita mammaria) oltre che nei fianchi e glutei. Ma la cosa importante è che troppi estrogeni nell’uomo porta inevitabilmente a complicanze nell’avere figli!

Non solo la dieta: sono tanti i fattori che portano all’infertilità!

Ovviamente una cattiva dieta che porta al sovrappeso è solo l’inizio. Per avere un quadro generale delle cause dell’infertilità è necessario prendere in considerazione moltissimi fattori esterni al corpo umano: a partire dagli effetti sul corpo dell’eccessivo inquinamento ambientale, si deve arrivare a comprendere gli effetti degli additivi e xeno-estrogeni in alimenti come carne, insaccati, latte, cibi in scatola e prodotti industriali. Gli xeno-estrogeni, in particolare, sono una causa d’infertilità notevole: essendo sostanze chimiche che emulano gli estrogeni, sono abitualmente usati sia per far crescere con maggiore rapidità gli animali, sia per causare in loro una ritenzione idrica che ne aumenta il peso. Studi hanno chiaramente dimostrato che gli additivi come gli xeno-estrogeni aumentino il rischio di obesità e di infertilità in entrambi i sessi.

Una dieta scorretta influisce anche sulla fertilità femminile?

Uno stile alimentare scorretto influisce anche nella fertilità femminile, ovviamente. Una dieta scorretta, sia in eccesso che in difetto, può portare a insufficienze nell’ovulazione e non solo: può causare un rapido aumento di peso che, a sua volta, genera un’iper-produzione di estrogeni che favoriscono la sindrome dell’ovaia policistica, una delle primarie cause di infertilità nelle donne obese. Fattore determinante è anche l’indice di massa corporea: se è superiore ai 25 kg/m2 possono aumentare i rischi di aborti spontanei. I chili in eccesso, secondo diversi studi tra i quali anche quello eseguito da un gruppo di esperti Inglesi, possono interferire anche nella fecondazione assistita. Gli ultimi dati della scienza portano l’obesità e il sovrappeso a circa il 20% infertilità.

Infertilità: un bene o un male?

Come sempre, il tempo e l’evoluzione trovano un modo di bilanciare il mondo. Che questo accrescimento di infertilità sia considerato un bene o un male, è indubbio che l’essere umano si stia biologicamente evolvendo in pari proporzioni ai suoi stili di vita e di alimentazione. Da un lato l’infertilità è vista come un problema, ma dall’altro la si potrebbe considerare una strana soluzione al sovrappopolamento mondiale?

Soggiorni dimagranti a 5 stelle!
Test intolleranze col nutrizionista
dieta genetica del dna con il nutrizionista

Consigli per dimagrire, mangiare sano, e molto altro.

Dott. Luca Lattuada Biologo Nutrizionista
Dott. Lattuada Centro di Nutrizione S.r.l.
Via vicinale Margherita 42Napoli (NA) 80131 ITALY |
P.IVA: 03993730989
+39 345-3161093 |
dottlattuada.it |
Privacy Policy | Cookie Policy
Le informazioni fornite su questo sito sono solamente a scopo cognitivo e non sono intese a sostituire raccomandazioni mediche o trattamenti di cura per certe condizioni di salute. Consultate sempre il vostro medico o altri operatori sanitari qualificati, ponendo domande riguardo la vostra situazione. Le informazioni su questo sito non sono destinate a diagnosticare, trattare, curare o prevenire nessun tipo di malattia. Non trascurate mai consigli medici, o non ritardatene l'attenzione, per il solo motivo di aver letto informazioni a riguardo sul sito di Dott. Lattuada. Il nostro scopo non è in alcun modo quello di fornire diagnosi o informazioni a carattere terapeutico. I nostri contenuti non vogliono assolutamente sostituire pareri medici, ma riprendono studi e letteratura scientifica accertati.

pur sang logo

Questo è un sito Pur Sang Advertising
Qualità nella tua Comunicazione