Skip to main content

Clicca un logo e scopri l'arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Blog

Non mancare!


Newsletter

Scongelamento: istruzioni per l’uso

Scongelamento: istruzioni per l’uso
Pubblicato il:
31 Gennaio 2023

Hai dimenticato di scongelare qualcosa per cena, ed è tardi? Prendi quindi un pacchetto dI carne o pollo e usi l’acqua calda per scongelarlo velocemente. Ma è sicuro? E se ti ricordassi di togliere il cibo dal congelatore, ma ti dimenticassi di riprenderlo e lasciassi il pacco sul bancone tutto il giorno mentre sei in ufficio?

Nessuna di queste situazioni è considerata sicura e questi metodi di scongelamento possono portare a malattie di origine alimentare. Carne cruda o cotta, pollame o prodotti a base di uova, come tutti gli alimenti deperibili, devono essere mantenuti a una temperatura sicura durante lo “scongelamento”. Quando il cibo è congelato a 0°C e al di sotto, alcuni dei batteri presenti nel cibo possono essere inattivi ma sono ancora vivi. È importante sapere che il processo di congelamento in realtà non uccide nessuno dei batteri negli alimenti. A temperature inferiori a 0°C, agenti patogeni come batteri, lieviti e muffe non possono moltiplicarsi per far andare a male il cibo. Tuttavia, quando qualsiasi parte del cibo si riscalda a temperature superiori a 5°C, i batteri saranno abbastanza caldi da moltiplicarsi di nuovo.
Ecco perché scongelare i cibi sul bancone della cucina è così pericoloso. Quando scongeli il cibo in questo modo, la sua superficie si scongelerà più velocemente della parte centrale. Una volta che la superficie si è scongelata e continua a rimanere a temperature superiori a 5°C, i batteri inizieranno a crescere. Mentre aspetti che il resto del cibo si scongeli, i batteri potrebbero essersi moltiplicati sulla sua superficie così tante volte che nemmeno la cottura lo renderà sicuro da mangiare!

Per evitare che i batteri crescano fuori mano, è importante scongelare gli alimenti congelati in modo da tenerli il più possibile fuori dalla zona di pericolo di temperatura.

Esistono comunque tre modi sicuri per scongelare il cibo: in frigorifero, in acqua fredda e nel microonde.

Scongelamento del frigorifero

Questo metodo richiede una pianificazione anticipata a causa del lungo tempo necessario. Un oggetto congelato di grandi dimensioni come un tacchino richiede almeno un giorno (24 ore) per ogni 2 kg di peso. Anche piccole quantità di cibo congelato, come un chilo di carne macinata o petti di pollo disossati, richiedono un giorno intero per scongelarsi. Quando si scongelano gli alimenti in frigorifero, ci sono delle variabili da tenere in considerazione. Alcune aree dell’apparecchio possono mantenere il cibo più freddo rispetto ad altre aree. Il cibo quindi, impiegherà più tempo a scongelarsi in un frigorifero impostato a 1.5 °C rispetto a uno impostato a 4 °C. Dopo lo scongelamento in frigorifero, alimenti come carne macinata, stufato di carne, pollame, e pesce restano di buona qualità per un altro giorno o due prima della cottura; tagli di carne rossa (come arrosti di manzo, maiale o agnello, braciole e bistecche) da 3 a 5 giorni. Gli alimenti scongelati in frigorifero possono essere ricongelati senza cottura, anche se potrebbe verificarsi una perdita di qualità.

Scongelamento con acqua fredda

Questo metodo è più rapido dello scongelamento del frigorifero ma richiede più attenzione. Il cibo deve essere in una confezione a tenuta stagna o in un sacchetto di plastica. Se il sacchetto perde, i batteri dell’aria o dell’ambiente circostante potrebbero essere introdotti nel cibo. Inoltre, il tessuto della carne può assorbire acqua, risultando in un prodotto acquoso.
La borsa deve essere immersa in acqua fredda del rubinetto, cambiando l’acqua ogni 30 minuti in modo che continui a scongelarsi. Piccoli pacchetti di carne, pollame o frutti di mare – circa un chilo – possono scongelarsi in un’ora o meno. Un pacchetto da 2 o 3 kg può richiedere da 2 a 3 ore. Gli alimenti scongelati con il metodo dell’acqua fredda devono essere cotti prima del ricongelamento.

Scongelamento a microonde

Quando si scongela il cibo in un forno a microonde, bisogna programmare subito la cottura dopo lo scongelamento perché alcune aree del cibo potrebbero riscaldarsi e iniziare a cuocere durante il processo di scongelamento (portando il cibo a temperature di “zona pericolosa”). Si sconsiglia di tenere cibi parzialmente cotti perché eventuali batteri presenti non sarebbero stati distrutti e, anzi, il cibo potrebbe aver raggiunto temperature ottimali per la crescita dei batteri. Gli alimenti scongelati nel microonde devono essere cotti prima di essere ricongelati.

Vi raccomandiamo quindi…uno scongelamento pianificato!!!



Ti Potrebbe Interessare Anche…

Spero ti piaccia l’articolo!
Se vuoi una dieta personalizzata Clicca Qui


Altre Categorie, per Te



Un Mondo da Scoprire

Diete personalizzate, programmi dimagranti in hotel. Clicca un logo e scopri l’arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento