Skip to main content

Programma Dimagrante Lattuada – Perché la Naturopata?

Programma Dimagrante Lattuada – Perché la Naturopata?
Pubblicato il:
25 Ottobre 2018

LA NATUROPATIA

In quale modo la Naturopatia può essere efficace nel percorso al dimagrimento?

Ce lo spiega Cristina Guereschi.

“Innanzitutto il mio approccio alle persone prevede l’ascolto e l’accogliere la potenzialità profonda delle stesse mettendo in luce sia le loro debolezze e sia le loro forze costituzionali attraverso tecniche come la riflessologia plantare, il massaggio metamorfico, tecniche di idrotermofangoigienismo.

Sin dalla antichità la riflessologia veniva utilizzata per riportare equilibrio energetico psico-fisico. La riflessologia plantare è un ottimo mezzo per portare riequilibrio psicofisico, tramite questo trattamento porta in armonia gli aspetti energetici  organici e psicologici. I piedi vanno trattati con cura.

La riflessologia migliora attraverso i piedi, possiamo comprendere la debolezza energetica del paziente, i punti di forza, gli atteggiamenti, la costituzione, il carattere e le abitudini della vita della persona.

La zona plantare è zona energetica degli organi e dei visceri, mentre la zona dorsale è più legata all’aspetto energetico, stati di infiammazione, congestione e tensione.

Il naturopata è una figura che accoglie “l’uomo” nella sua totalità, non si sostituisce al medico, non è in grado di diagnosticare malattie, accompagna la persona attraverso pratiche e tecniche di Igiene Naturale a ritrovare l’armonia,  il proprio equilibrio e benessere educandola verso  il mantenimento.

La naturopatia considera la persona  nella sua totalità attraverso la visione olistica che vede il soggetto come unità-totale, corpo, mente e spirito.

L’obiettivo è di guidarle verso una maggiore consapevolezza di se stesse e di fornir loro i mezzi per una nuova coscienza che si sviluppi nel loro massimo potenziale.

Le problematiche al sistema digerente come la disbiosi intestinale sono il segno di un disequilibrio, non c’è da dimenticare il rapporto tra mente e corpo e solo riequilibrando il loro rapporto attraverso l’educazione alimentare potrà essere efficace e mantenersi nel lungo periodo. Buon cibo nutre le cellule del nostro corpo, buon cibo migliora anche le emozioni e sentimenti.

Il nutrimento non deve essere una fonte compensatoria ma un responsabile gesto di amore che ha in sé il potere di placare il vuoto interiore; questo avviene solo se vi è consapevolezza dei propri schemi abitudinari e si abbandoneranno le resistenze e la lotta nociva contro il corpo.

La forma del corpo desiderata e armonica con se stessi sarà così più facilmente ottenuta”.



Ti Potrebbe Interessare Anche…