Skip to main content

Clicca un logo e scopri l'arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Blog

Non mancare!


Newsletter

L’assunzione di tutti i macronutrienti in ogni pasto è essenziale. Perché diffidare dalle DIETE DISSOCIATE

L’assunzione di tutti i macronutrienti in ogni pasto è essenziale. Perché diffidare dalle DIETE DISSOCIATE
Pubblicato il:
28 Marzo 2024

Con il termine macronutriente si fa riferimento a proteine, carboidrati e grassi che fornisco i componenti necessari per provvedere all’energia e al sostentamento della vita. Il grasso è composto da glicerolo e acidi grassi, le proteine sono un insieme di aminoacidi legati fra di loro tramite legami peptidici e i carboidrati possono essere sia zuccheri semplici sotto forma di monosaccaridi, che complessi. Per mantenere la longevità e la salute, una combinazione dei macronutrienti è fondamentale in una dieta sana. La digestione ha il compito di trasformare il cibo ingerito composto da questi macronutrienti in sostanze facilmente assorbibili dall’organismo andando a scindere tramite enzimi i legami dei vari composti. La digestione inizia nella bocca infatti la saliva contiene amilasi che iniziano la digestione degli amidi, successivamente passa allo stomaco dove è presente l’acido cloridrico che attiva la pepsina enzima responsabile della digestione delle proteine il tutto poi passa all’intestino dove grazie alla bile i grassi vengono emulsionati e assorbiti. Nell’intestino sono poi anche presenti altri enzimi in grado di completare la digestione di amidi (amilopsina), delle proteine (tripsina) ecc. Tutti questi enzimi riescono a compiere la loro azione solo in determinate condizioni di acidità e temperatura. Il concetto della dieta dissociata si basa proprio su questo: se ingeriamo due alimenti che richiedono condizioni digestive diverse rischiamo di avere un rallentamento della digestione che potrebbe compromettere l’assorbimento di vari nutrienti.

La dieta dissociata è stata descritta per la prima volta dal dott. William Howard Hay nel 1931 ed è un regime alimentare abbastanza diffuso nel panorama dietetico.

Il punto cardine di questa dieta è quello di guadagnare benessere andando ad associare correttamente i vari alimenti in quanto alcuni nutrienti se ingeriti insieme ad altri possono rallentare il processo digestivo. Ci sono infatti, all’interno di questa dieta, regole ferree che proibiscono l’associazione di certi cibi all’interno dello stesso pasto o addirittura nella stessa giornata. Le regole che vengono proposte da questo tipo di dieta non sono casuali ma fondate su basi scientifiche più o meno solide. Ad esempio una delle regole è “Non associare all’interno dello stesso pasto cibi ricchi di proteine con altri a base di carboidrati, soprattutto se ricchi di zuccheri” questo perché i carboidrati semplici vengono digeriti molto velocemente e in un ambiente basico mentre le proteine, vengono digerite dalle proteasi e necessitano di un pH acido quindi rischiamo di non avere un ottimale assorbimento se vengono consumati insieme. Ecco perché i dolci e la frutta zuccherina andrebbero quindi consumati da soli e lontano dai pasti. In particolar modo i formaggi, le uova, la carne e il pesce non dovrebbero essere consumati insieme a cibi alcalini come i carboidrati. Anche l’amido ha le sue regole, infatti si consiglia l’associazione con i grassi in quanto questi hanno un effetto ritardante sulla secrezione di acido cloridrico che permette alle amilasi, che iniziano la digestione dell’amido di lavorare meglio. Inoltre viene consigliato di far passare almeno 4 ore tra un pasto e un altro così che i processi digestivi arrivino a completamento. I benefici della dieta dissociata sono legati ad una riduzione delle tossine, del gonfiore addominale ed ha un effetto depurativo inoltre migliorano la digestione e aiuta il corpo a mantenersi in salute.

Tuttavia queste regole non tengono conto del fatto che associare determinati alimenti fa parte di quello che viene definito dai nutrizionisti un “pasto bilanciato” ideato per fornire il giusto apporto di nutrienti all’organismo. Assumere i vari cibi in momenti diversi rischia quindi di creare degli squilibri alimentari provocando a lungo carenze alimentari, infatti c’è da segnalare che la dieta dissociata non è adatta ai bambini in quanto compromette la crescita e viene sconsigliata in gravidanza e in menopausa durante i quali i cambiamenti ormonali sono molto accentuati. Inoltre nella dieta dissociata non si fa specifico riferimento alle quantità di alimenti che devono essere assunte ad ogni pasto e questo potrebbe causare un consumo eccessivo di proteine così da causare un danno al fegato o ai reni. Molto spesso nella dieta dissociata viene inoltre presentato il monopiatto come soluzione veloce e salutare, tuttavia se da un lato accelera la digestione dall’altro rischia di far comparire prima i sintomi della fame. Quindi è bene cercare di bilanciare gli alimenti apportando la giusta quantità di macronutrienti ad ogni pasto e cercare di evitare il monopiatto.

Riferimenti:

(1) Venn, B. J. Macronutrients and Human Health for the 21st Century. Nutrients 2020, 12 (8), 2363. https://doi.org/10.3390/nu12082363.
(2) Wutzke, K. D.; Heine, W. E.; Köster, D.; Muscheites, J.; Mix, M.; Mohr, C.; Popp, K.; Wigger, M. Metabolic Effects of HAY’s Diet. Isotopes Environ. Health Stud. 2001, 37 (3), 227–237. https://doi.org/10.1080/10256010108033298.



Ti Potrebbe Interessare Anche…

Spero ti piaccia l’articolo!
Se vuoi una dieta personalizzata Clicca Qui


Altre Categorie, per Te



Un Mondo da Scoprire

Diete personalizzate, programmi dimagranti in hotel. Clicca un logo e scopri l’arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento