Skip to main content

Clicca un logo e scopri l'arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Blog

Non mancare!


Newsletter

MINDFULL EATING: la consapevolezza nel mangiare come chiave del benessere

MINDFULL EATING: la consapevolezza nel mangiare come chiave del benessere
Pubblicato il:
10 Gennaio 2024

La maggior parte delle tecniche per cambiare il modo di mangiare impongono un cambiamento che viene dettato dall’esterno. A volte quindi può risultare efficace e altre volte no soprattutto nel raggiungere una riduzione del peso sostenibile a lungo termine.

La mindfulness, e quindi il mindfull eating, al contrario evocano un cambiamento che parte dall’interno e può rivelarsi una strategia vincente insieme ad un piano alimentare ben strutturato.

Per comprendere il mindfull eating (alimentazione consapevole), è utile conoscere qualcosa sulla mindfulness (consapevolezza).

La mindfulness è una pratica di meditazione incentrata sul concetto di consapevolezza derivata dal buddismo, e significa porre deliberatamente l’attenzione, essere pienamente coscienti di ciò che succede dentro di noi-nel corpo, nel cuore, nella mente-e fuori i noi, e nell’ambiente in cui siamo.

Nel mindfull eating, di conseguenza, l’approccio è di vivere come semplici testimoni delle sensazioni, dei penseri e delle emozioni che affiorano nei confronti del cibo. In particolare, la mindfulness si basa sul presupposto che quando ignoriamo ciò che stiamo vedendo, toccando o mangiando è come se quella cosa non esistesse. Se mangiamo distratti dalla televisione, dal pc o dal telefono senza assaporare davvero ciò che abbiamo davanti, il cibo va giù senza che ne accorgiamo.

Essere invece consapevoli di ciò che si sta mangiando può favorire una migliore digestione, aiutare a mantenersi sazi con meno cibo e influenzare scelte alimentari più sagge. Basandosi su “sentire” in modo consapevole queste sensazioni si arriva a prestare maggiore attenzione alle sensazioni corporee interne di fame e sazietà.

Usare la consapevolezza per esplorare la tua relazione con il cibo

Come ben sappiamo, il cibo influisce notevolmente sul nostro benessere fisico, mentale ed emotivo. Il cibo che assumiamo può aumentare la nostra energia oppure può prosciugare le nostre risorse e farci sentire pigri, lunatici e scoraggiati.
Praticare il mindfull eating aiuta ad entrare in sintonia con il proprio corpo e ad avere la possibilità di iniziare a sentire come i diversi cibi ci influenzano fisicamente, mentalmente ed emotivamente, rendendo molto più semplice il passaggio a scelte alimentari più sane.

Per esplorare a fondo la relazione con il cibo, è importante diventare consapevole di come i diversi cibi ci fanno sentire e quindi chiederci: “Come ti senti dopo aver ingoiato il cibo? Come ti senti cinque minuti, un’ora o diverse ore dopo aver mangiato? Come ti senti in generale durante la giornata?”.
Una volta che si è in grado di collegare le proprie scelte alimentari al proprio benessere fisico e mentale, il processo di selezione del cibo diventa una questione di ascolto del corpo. Ad esempio, si potrebbe scoprire che quando si mangiano carboidrati ci si sente pesanti e letargici per ore. Pertanto, i pasti ricchi di carboidrati diventano qualcosa che si cerca di evitare.

Naturalmente, cibi diversi influenzano tutti noi in modo diverso, a seconda di fattori quali la genetica e lo stile di vita. Quindi potrebbero essere necessari alcuni tentativi ed errori per trovare gli alimenti e le combinazioni di alimenti che funzionano meglio tramite il supporto di un nutrizionista.

Mangiare per riempire un vuoto VS mangiare per migliorare il benessere

Sebbene mangiare influenzi senza dubbio il modo in cui ci sentiamo, è anche vero che il modo in cui ci sentiamo influenza cosa, quando e quanto mangiamo. Molto spesso si confondono sentimenti di ansia, stress, solitudine o noia con i morsi della fame e il cibo diventa un palliativo nel tentativo di far fronte a questi sentimenti. Il malessere che si prova ricorda che vogliamo qualcosa, abbiamo bisogno di qualcosa per riempire un vuoto nella vita quotidiana. Quando si cerca continuamente di riempire quel vuoto con il cibo, inevitabilmente si trascura la “vera fame”.

Certe volte infatti la fame che proviamo non è propriamente fame di cibo ma siamo noi che reagiamo erroneamente a una certa sensazione mangiando. La fame più essenziale e basilare è la fame fisiologica ovvero la fame che sentiamo quando il corpo ha bisogno di cibo. Quando si ha fame si mangia, se non si ha fame non si mangia. Il bello degli esseri umani tuttavia è che sono composti da molti impulsi e non solo da quelli della mera sopravvivenza.

La mindfull eating identifica ben di 9 tipi di fame

  • Fame degli Occhi
  • Fame del Tatto
  • Fame dell’Orecchio
  • Fame del Naso
  • Fame della Bocca
  • Fame dello Stomaco
  • Fame della Mente
  • Fame del Cuore

Mentre ci sediamo per mangiare, chiediamoci: “Di cosa ho veramente fame?” Ho voglia di “qualcosa da sgranocchiare” perché sono veramente affamato o per un altro motivo?”

Riempirsi e saturarsi di cibo può aiutare a mascherare ciò di cui si ha veramente fame, ma solo per un breve periodo. E allora ritornerà alla vera fame o bisogno.

La mindfulness è un’abilità che si può imparare e praticare un’alimentazione consapevole costringe a rallentare, a concentrarti sul momento presente e a notare ciò che si sente veramente.

E quando ci chiederemo ripetutamente: “Quanto mi sento bene dopo un pasto o uno spuntino?”, si inizierà il processo di acquisizione della consapevolezza delle proprie specifiche esigenze nutrizionali. Lo scopo nel mangiare si sposterà dall’intenzione di sentirsi pieno di cibo all’intenzione di sentirsi pieno di energia e vitalità.

 

Riferimenti

Mindful eating: per riscoprire una sana e gioiosa relazione con il cibo- Jan Chozen Bays
Mindful eating and common diet programs lower body weight similarly: Systematic review and meta-analysis Ruben Fuentes Artiles 1, Kaspar Staub 1, Lafi Aldakak 1, Patrick Eppenberger 1, Frank Rühli 1, Nicole Bender 1



Ti Potrebbe Interessare Anche…

Spero ti piaccia l’articolo!
Se vuoi una dieta personalizzata Clicca Qui


Altre Categorie, per Te



Un Mondo da Scoprire

Diete personalizzate, programmi dimagranti in hotel. Clicca un logo e scopri l’arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento