Clicca un logo

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Linea Benessere

Non mancare!


Newsletter

Ipoglicemia: una porta di ingresso per il Diabete

Il Diabete è una delle malattie che sta avendo più crescita in questo ventennio, e la causa è ben nota: l’aumento del consumo di cibi raffinati e zuccheri semplici che sempre di più troviamo sulle nostre tavole.

L’ipoglicemia si presenta come condizione precedente al Diabete, e, anche se la patologia del Diabete ha anche cause genetiche, l’ipoglicemia spalanca le porte a questa malattia.

Soggiorni dimagranti a 5 stelle!

Cosa è l’ipoglicemia?

L’ipoglicemia è semplicemente un livello basso di glucosio nel sangue. Si ottiene quando, ingerendo prodotti come carboidrati raffinati e zuccheri raffinati, l’organismo li assorbe troppo rapidamente, e la produzione di insulina da parte del pancreas aumenta, per ridurre la quantità di zuccheri nel sangue. Così facendo però la risposta è troppo rapida e quindi la quantità di zuccheri nel sangue si abbassa drasticamente, creando quindi la ipoglicemia, ed il conseguente effetto di rimbalzo glicemico.

Che cibi consumare per evitare questa reazione?

Invece di prodotti da forno raffinati, scegliere sempre farine integrali. I carboidrati integrali vengono assorbiti più lentamente dall’organismo, e questo assorbimento è facilitato dai minerali e dalle vitamine presenti, completamente assenti invece nei prodotti raffinati. La risposta insulinica è più lenta, e non si ha il rimbalzo glicemico.

Il fruttosio come zucchero naturale, al posto degli zuccheri raffinati: via libera alla frutta fresca!

Fibre da legumi, farina di avena, noci, semi di lino, pisello, pectina e mucillaggini, perché rallentano la digestione, aumentano la sensibilità all’insulina, aiutando a prevenire il rimbalzo glicemico.

Integratori alimentari per l'equilibrio del peso corporeo

I prodotti raffinati contengono poco cromo, e gli zuccheri raffinati aumentano la perdita di cromo con le urine. Il cromo quindi, che è essenziale per il controllo della glicemia, da alimenti come germe di grano, uova, segale, orzo intero, avena intera, patate.

Insonnia da Ipoglicemia

Spesso dopo aver mangiato carboidrati raffinati ed essere andati a dormire, non riusciamo a prendere sonno immediatamente. Questo perché l’Ipoglicemia induce le ghiandole surrenali a produrre ormoni come adrenalina, ormone della crescita, cortisolo, per aumentare i valori di glucosio nel sangue fondamentali per il cervello. Va da se che questi ormoni non facilitano il sonno!

Può aiutare almeno due ore prima di andare a dormire, integrare con melatonina e B12. Chiedete sempre consiglio al vostro medico prima di assumere integratori.

Soggiorni dimagranti a 5 stelle!
Vuoi dimagrire? Dieta col nutrizionista

Consigli per dimagrire, mangiare sano, e molto altro.

Dott. Luca Lattuada Biologo Nutrizionista
Dott. Lattuada Centro di Nutrizione S.r.l.
Via Corfù 62Brescia (BS) 25124 ITALY |
P.IVA: 03993730989
+39 345-3161093 |
dottlattuada.it |
Privacy Policy | Cookie Policy
Le informazioni fornite su questo sito sono solamente a scopo cognitivo e non sono intese a sostituire raccomandazioni mediche o trattamenti di cura per certe condizioni di salute. Consultate sempre il vostro medico o altri operatori sanitari qualificati, ponendo domande riguardo la vostra situazione. Le informazioni su questo sito non sono destinate a diagnosticare, trattare, curare o prevenire nessun tipo di malattia. Non trascurate mai consigli medici, o non ritardatene l'attenzione, per il solo motivo di aver letto informazioni a riguardo sul sito di Dott. Lattuada. Il nostro scopo non è in alcun modo quello di fornire diagnosi o informazioni a carattere terapeutico. I nostri contenuti non vogliono assolutamente sostituire pareri medici, ma riprendono studi e letteratura scientifica accertati.

pur sang logo

Questo è un sito Pur Sang Advertising
Qualità nella tua Comunicazione