Clicca un logo

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Linea Benessere

Non mancare!


Newsletter

A dieta durante le feste di Natale? No, io non ci sto!

Natale è un periodo dell’ anno in cui essere a dieta è veramente una sfida, e le tentazioni a tavola si fanno fortissime. Nonostante i buoni propositi. le tentazioni culinarie si moltiplicano e poi arrivano i pranzi, gli aperitivi, le cene e i brindisi; insomma, ogni scambio di auguri fa alzare il rischio di mettere su peso! Come evitare quindi di ingrassare e godersi le feste?

Si può trovare un compromesso? È possibile attraversare questi periodi divertendosi e godendo del cibo e della compagnia senza per questo cedere ad ogni indulgenza e finire per ingrassare?! In questo periodo dell’anno, è vero che la dieta è messa a dura prova, ma non ci sono 15 giorni di festa, bensì al massimo 2 o 3, e in questi giorni l’organismo è in grado di autoregolarsi e di mantenere il peso di partenza, soprattutto se tra un pasto e l’altro si pratica un po’ di sport o ci si concede qualche camminata, ma il discorso cambia quando le esagerazioni durano da Natale alla Befana. Cominciamo quindi a regolarci e prometterci che durante i giorni “di mezzo” rispetteremo il nostro bilancio calorico. Chi ha un buon rapporto con il cibo sa infatti, che se anche qualche volta si fa uno strappo alla regola quello che conta è il bilancio complessivo su periodi lunghi, dalla settimana al mese.

Test intolleranze col nutrizionista

Quindi per prima cosa è importante pianificare come affrontare questi giorni di festa, in modo da affrontare ogni situazione di “possibile sgarro” con il giusto approccio e arrivare alle giornate di festeggiamenti con una dieta bilanciata, senza né abbuffate né digiuni.

Il 24 poiché c’è il cenone della Vigilia, si possono bilanciare le calorie immesse la sera, con una colazione e un pranzo ricco in proteine e verdure, evitando di inserire i carboidrati, stessa cosa per il 25, poiché il pasto importante sarà il pranzo di Natale, la sera è consigliabile un minestrone, o una tisana. Per il 31 sera, si può procedere allo stesso modo del 24, inserendo anche per chi riesce il digiuno intermittente, da sostenere con tisane, tè verde, o infusi senza zuccheri, che idratano e aiutano a depurare l’organismo. L’apporto di liquidi, infatti, aiuta ad espellere le tossine e aumenta il senso di sazietà, così da evitare di arrivare affamati ai pasti critici, e abbuffarsi. In questo modo si arriverà al pranzo del primo gennaio, non troppo affamati, e ci si potrà godere il pranzo di inizio anno senza troppi rimorsi per il rischio di ingrassare. Ovviamente nei pasti canonici delle festività è importante limitare l’abbondanza delle porzioni, non esagerare con i dolci, i fritti e i grassi, ma soprattutto non strafare con gli alcolici.

Una strategia per non superare certi estremi, prima di cenoni e festeggiamenti è quella di stabilire un massimo di 2 bicchieri di vino e di evitare i cocktail a base di superalcolici che possono eccedere in zuccheri e quindi rovinare tutta la fatica fatta nello stare a dieta. Inoltre, in questi giorni, è molto importante fare un minimo di attività fisica regolare (fosse anche una lunga passeggiata a ritmo sostenuto dopo i pasti più abbondanti). Non è assolutamente da considerare l’eventualità di portarsi a casa, in comodi contenitori di plastica, il menù delle feste, costituito dagli avanzi di questi sfrenati pasti. L’apporto calorico che ne deriverebbe, sarebbe enormemente in eccesso, e vi costerebbe gli sforzi effettuati nelle settimane precedenti.
È molto importante anche non pesarvi il giorno dopo la festa: l’effetto combinato di un pranzo ricco di zuccheri e di sale potrebbe spingere in alto l’ago della bilancia, impressionando a morte i più sensibili, e generando stress inutili, che non aiutano nella dieta. Un aspetto, infatti, che non viene mai preso in considerazione, è che l’aumento di stress, provoca un aumento dei livelli di cortisolo, un ormone sintetizzato dalle cellule della fascicolata surrenale, che causa diverse patologie, colpendo più organi bersaglio e che può portare anche ad un aumento di peso corporeo.

Per finire quindi… State tranquilli, mangiate senza esagerare o abbuffarvi, cercando di scegliere alimenti e pietanze senza sentirvi in colpa, ricordandovi che lo stress è il peggior nemico della salute e della forma fisica.

Buone feste!!

Puoi trovare il nutrizionista a brescia, como, milano o verona!
Test intolleranze col nutrizionista

Consigli per dimagrire, mangiare sano, e molto altro.

Dott. Luca Lattuada Biologo Nutrizionista
Dott. Lattuada Centro di Nutrizione S.r.l.
Via Corfù 62Brescia (BS) 25124 ITALY |
P.IVA: 03993730989
+39 345-3161093 |
dottlattuada.it |
Privacy Policy | Cookie Policy
Le informazioni fornite su questo sito sono solamente a scopo cognitivo e non sono intese a sostituire raccomandazioni mediche o trattamenti di cura per certe condizioni di salute. Consultate sempre il vostro medico o altri operatori sanitari qualificati, ponendo domande riguardo la vostra situazione. Le informazioni su questo sito non sono destinate a diagnosticare, trattare, curare o prevenire nessun tipo di malattia. Non trascurate mai consigli medici, o non ritardatene l'attenzione, per il solo motivo di aver letto informazioni a riguardo sul sito di Dott. Lattuada. Il nostro scopo non è in alcun modo quello di fornire diagnosi o informazioni a carattere terapeutico. I nostri contenuti non vogliono assolutamente sostituire pareri medici, ma riprendono studi e letteratura scientifica accertati.

pur sang logo

Questo è un sito Pur Sang Advertising
Qualità nella tua Comunicazione