Skip to main content

Clicca un logo e scopri l'arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Blog

Non mancare!


Newsletter

Cosa sono i PROBIOTICI e perché utilizzarli
Pubblicato il:
5 Agosto 2022

Il termine probiotico è riservato a quei microrganismi che si dimostrano in grado, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l’organismo. Per alimenti/integratori con probiotici si intendono quegli alimenti che contengono, in numero sufficientemente elevato, microrganismi probiotici vivi e attivi, in grado di raggiungere l’intestino, moltiplicarsi ed esercitare un’azione di equilibrio sulla microflora intestinale mediante colonizzazione diretta.

Si tratta quindi di alimenti in grado di promuovere e migliorare le funzioni di equilibrio fisiologico dell’organismo attraverso un insieme di effetti aggiuntivi rispetto alle normali attività nutrizionali.

Funzioni della microflora intestinale

La funzione metabolica più rilevante è costituita dalla digestione (fermentazione) dei carboidrati non digeribili dall’uomo (cellulosa, emicellulosa, pectine, gomme, amido non digeribile) ad opera degli enzimi batterici con la conseguente produzione di acidi grassi a catena corta (SCFA) e gas.

Gli SCFA sono fonte di energia per i batteri e presentano molte funzioni utili all’organismo.

Un’altra attività metabolica dei batteri intestinali è la produzione di vitamine (acido pantotenico, biotina, piridossina, riboflavina) di cui però non è noto il reale utilizzo da parte del nostro organismo.

La funzione trofica della microflora intestinale si esplica attraverso la proliferazione e la differenziazione delle cellule epiteliali (ad opera dei SCFA) ed attraverso la maturazione e la stimolazione del sistema immunitario intestinale (gut associated lymphoid tissue, GALT – circa il 25% della mucosa intestinale). Molti studi hanno evidenziato la complessa interazione tra la flora batterica ed il GALT che è di fondamentale importanza, già nelle fasi precoci della vita, per lo sviluppo dei nostri sistemi immunoregolatori. La funzione protettiva si esplica principalmente attraverso un effetto fisico di barriera che impedisce l’adesione e la penetrazione tissutale di germi patogeni e di sostanze nocive.

Alterazioni dell’ecosistema intestinale

Il mantenimento dell’ecosistema intestinale è basato sulla integrità e sulla collaborazione stabile tra la microflora, il sistema immunitario e la barriera costituita dalla mucosa intestinale. Qualsiasi evento che intervenga ad alterare ognuna di queste componenti crea uno squilibrio con il conseguente instaurarsi di problematiche anche sistemiche.

Ma quali sono i potenziali effetti benefici attribuiti ai probiotici?

È importante considerare che le proprietà probiotiche sono caratteristiche del singolo ceppo studiato e non possono essere estese ad altri individui batterici, anche se appartenenti alla stessa specie.

  • Sono utili durante (solo alcuni ceppi) e dopo terapie antibiotiche/farmacologiche, per ristabilire l’equilibrio della flora intestinale.
  • Utili in caso di disbiosi.
  • Degli studi hanno scoperto che alcuni probiotici, come il Lactobacillus acidophilus, possono aiutare a ridurre i disturbi causati dall’intolleranza al lattosio; la ricerca su questo aspetto è attualmente in corso.

Fonti bibliografiche (ISS; linee guida CREA)



Ti Potrebbe Interessare Anche…

Spero ti piaccia l’articolo!
Se vuoi una dieta personalizzata Clicca Qui


Altre Categorie, per Te



Un Mondo da Scoprire

Diete personalizzate, programmi dimagranti in hotel. Clicca un logo e scopri l’arte della nutrizione.

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento