Clicca un logo

Dott. Lattuada Nutrizionista

Dott. Lattuada Centro Dimagrimento

Dott. Lattuada Linea Benessere

Non mancare!


Newsletter

Carboidrati e microbiota: la salute dell’intestino

L’intestino umano è colonizzato da miliardi di microrganismi “buoni” che formano nel loro complesso quello che viene chiamato microbiota intestinale.

Molti studi oggi indagano sul microbiota intestinale per l’organismo e per la salute umana, su quale sia il suo ruolo o quali siano i meccanismi alla base del suo funzionamento.
È infatti un elemento fondamentale per la salute umana, proteggendo il nostro corpo da invasioni di microrganismi nocivi: una situazione di disbiosi, e cioè un alterato equilibrio della flora batterica intestinale, può peggiorare in patogenesi di diverse malattie come sindrome metabolica, fegato grasso, diabete, condizioni infiammatorie diffuse e malattie legate al sistema cardiovascolare.

Test intolleranze col nutrizionista

È molto importante quindi mantenere un equilibrio del microbiota intestinale e della sua composizione, per mantenere le sue funzioni di protezioni intatte ed efficienti.

Il nutrimento principale del microbiota intestinale che costituisce la nostra flora batterica, è il complesso dei carboidrati alimentari, vegetali e animali, essenziali per la vitalità di questi microrganismi.
I carboidrati vengono digeriti dagli enzimi intestinali, ma sono soprattutto le fibre, la componente resistente alla digestione e che non viene assorbita all’interno dell’organismo, ad alimentare questi microrganismi.

Una volta giunta all’intestino, la fibra alimentare interagisce con il microbiota, dove subisce fermentazione: la fermentazione porta alla produzione di acidi grassi a catena corta, SCFA (dall’inglese Short Chain Fatty Acids), come butirrato, acetato e propionato. Questi acidi grassi a catena corta, oltre a fornire calorie provenienti dai carboidrati indigeribili, fungono da regolatori per molti processi metabolici, regolano l’omeostasi energetica e contribuiscono alla riduzione del rischio di insorgenza di patologie, soprattutto legate all’infiammazione e al sistema cardiocircolatorio. Il butirrato e il propionato, ad esempio, sembrerebbero influenzare la gluconeogenesi, migliorando il profilo metabolico e contribuendo alla riduzione del peso, mentre la fibra alimentare sembra sia direttamente correlata alla riduzione della patogenesi dell’obesità (proprio tramite la formazione degli acidi grassi a catena corta).

Conseguentemente si evince come la composizione dei carboidrati che compongono la dieta di un individuo influenzi la composizione e la produzione di diverse quantità di acidi grassi a catena corta, a seconda della quantità die carboidrati e della frequenza della loro ingestione:

perdere peso con la dieta del nutrizionista

A seconda del tipo di dieta seguita da diverse persone della stessa origine geografica e più in generale del tipo di dieta di persone di origini geografiche differenti, si possono notare notevoli differenze nella composizione del microbiota e conseguente produzione o meno di acidi grassi a catena corta.
Differenti studi hanno indagato sulla composizione del microbiota di diverse popolazioni, dimostrando ad esempio una sostanziale differenza nella composizione del microbiota di individui proveniente dall’Africa e dal nord America, essendo le abitudini alimentari completamente differenti. Altri studi dimostrano come una dieta povera in fibre può rallentare l’attività fermentativa del microbiota, portando ad una produzione minore di acidi grassi a catena corta, portando ad un aumento del rischio di incorrere in patologie, anche gravi.

La dieta alimentare quindi impatta in maniera significativa sull’azione del microbiota, ed è per questo che è importante mantenere una dieta equilibrata, contenente tutti i macroelementi necessari, inclusi i carboidrati, per far si che i vari microrganismi che costituiscono il microbiota intestinale, possano agire in maniera efficace e preventiva.
È importante inoltre che la dieta apporti un livello adeguato di fibre, che come abbiamo visto, sono il carburante principale per il microbiota intestinale.

Soggiorni dimagranti a 5 stelle!
Integratori alimentari per l'equilibrio del peso corporeo

Consigli per dimagrire, mangiare sano, e molto altro.

Dott. Luca Lattuada Biologo Nutrizionista
Dott. Lattuada Centro di Nutrizione S.r.l.
Via Corfù 62Brescia (BS) 25124 ITALY |
P.IVA: 03993730989
+39 345-3161093 |
dottlattuada.it |
Privacy Policy | Cookie Policy
Le informazioni fornite su questo sito sono solamente a scopo cognitivo e non sono intese a sostituire raccomandazioni mediche o trattamenti di cura per certe condizioni di salute. Consultate sempre il vostro medico o altri operatori sanitari qualificati, ponendo domande riguardo la vostra situazione. Le informazioni su questo sito non sono destinate a diagnosticare, trattare, curare o prevenire nessun tipo di malattia. Non trascurate mai consigli medici, o non ritardatene l'attenzione, per il solo motivo di aver letto informazioni a riguardo sul sito di Dott. Lattuada. Il nostro scopo non è in alcun modo quello di fornire diagnosi o informazioni a carattere terapeutico. I nostri contenuti non vogliono assolutamente sostituire pareri medici, ma riprendono studi e letteratura scientifica accertati.

pur sang logo

Questo è un sito Pur Sang Advertising
Qualità nella tua Comunicazione