Skip to main content

L’importanza degli antiossidanti: benefici per la salute

L’importanza degli antiossidanti: benefici per la salute
Pubblicato il:
30 Ottobre 2023

Con “stress ossidativo” si fa riferimento ad una situazione di grave squilibrio tra produzione di specie radicaliche e difese antiossidanti; squilibrio in favore delle prime, che porta ad un danno potenziale, il “danno ossidativo”. Un esempio di queste specie radicaliche pro-ossidanti sono le ROS comunemente chiamate radicali liberi.

Le ROS attaccano le macromolecole biologiche (DNA, lipidi e proteine) danneggiandole, causando così diverse malattie croniche come Alzheimer, Parkinson, Diabete, Aterosclerosi, Infiammazione e molte altre.

Le ROS si formano normalmente e quotidianamente nell’organismo umano, ma questa produzione è perfettamente bilanciata dalle difese antiossidanti endogene. Tuttavia, fattori esterni come stress, abitudine al fumo, diete sbilanciate, esercizio fisico intenso, consumo di alcool, esposizione ai raggi solari e all’inquinamento atmosferico, possono spostare l’equilibrio in favore delle ROS.

Ecco perché il consumo di alimenti ricchi di molecole antiossidanti è così importante e può apportare numerosi benefici per la salute umana.

Tra i composti antiossidanti più importanti e diffusi negli alimenti troviamo:

  • Vitamina C: La vitamina C può formare un radicale libero relativamente stabile, andando a bloccare la progressione del danno indotto dai radicali liberi. Gli alimenti ricchi di vitamina C appartengono prevalentemente al regno vegetale, soprattutto nella frutta come agrumi, kiwi, papaya, fragole, meloni, mango, lamponi, ribes e more e nella verdura come peperoni, cavoli, broccoli, rucola, lattuga, radicchio, sedano, pomodori, spinaci.
  • Vitamina E: La vitamina E è una vitamina liposolubile presente in molti alimenti. Dotata di forte potere antiossidante, aiuta a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. Essendo appunto liposolubile, gli alimenti più ricchi di vitamina E sono gli oli vegetali (come gli oli di germe di grano e girasole) e la frutta secca oleosa (come noci, nocciole e soprattutto mandorle).
  • Carotenoidi: ricchi in carote, meloni, vegetali a foglia larga verde scuro, verza, asparagi, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, zucca e albicocche.
  • Licopene: di cui è ricchissimo il Pomodoro (la cottura ne aumenta la biodisponibilità).

Tutta la classe dei Flavonoidi quali:

  • Antociani: Potenti agenti antiossidanti contenuti nell’uva, ma anche in lamponi, mirtilli, ciliege, cipolle, more, fragole, barbabietole e arance rosse di Sicilia.
  • Flavoni (apigenina, luteolina)
  • Flavonoli (quercetina): ricchi nei capperi e nelle crucifere (cavolfiore, cavolo, broccoli)
  • Flavanoni (esperetina)
  • Flavanoli o catechine (epigallocatechina): presenti soprattutto nel tè verde.
  • Isoflavoni (genisteina, daidzeina): contenuti nei legumi come fagioli, fave, lenticchie e soia.

Il nostro organismo possiede tutte le carte in regola per proteggersi dai danni indotti dalle ROS, l’ambiente esterno, l’inquinamento e le nostre abitudini possono alterare questi meccanismi di difesa. La natura ed una corretta alimentazione, tuttavia, scendono di nuovo in nostro soccorso e possono aiutarci in modo significativo nella lotta ai radicali liberi.



Ti Potrebbe Interessare Anche…